Archive for 2007

Figlia mia, come ti sei imputtanita!

200px-carmrusso19851.jpgOggi

fessa    12
figa con pelo    4
chiavate    4
pompino a cavallo    3
chiavare foto    2
daniele interrante pompino piscio    2
armadio in rovere    2
foto pompini al cavallo    2
chiavare immagini    2
emule planet adult    1

Ieri

fessa    5
chiavate    3
peni eretti    3
foto gratis di pompini ad animali    3
figa pelo grosse    2
donne spanate    2
video chiavate    2
video fa un pompino a cavallo    2
attrici famose dalla fica pelosa    2
figa fa pompino a un cavallo    2

L’altro ieri

fessa    8
figa spanata    4
chiavate    4
pelo e figa    3
pompino a cavallo    3
chiavare    3
animalsex    3
pompini ad animali    3
fica spanata    3
peni eretti    3
chiavare fica    2
sventola di fica    2
foto della minchia    2
foto o video di ragazze dai 16 a 23 anni    2
pelo sulla figa    2
“tette blog”    2
ragazze con fica dilatata    2
immagini di donne fcon la fessa pelosa    1
fare il militare � usurante?    1
blog foto pompino    1
senza laurea a 24 anni    1
chiavare con cavallo    1
pompino in piscina    1
foto o immagini della fica di cicciolina    1
VIDEO GRATIS DI CICCIOLINA CHE CHIAVA CO    1

Comments (5) »

Il miglior afrodisiaco per un uomo è una donna nuova

Oggi

fessa    7
lorimeri    2
figa spanata    2
carne    2
video cicciolina che chiava    2
a cosa serve il giornale    1
foto and chiavata and cavallo    1
pompini cicciolina foto gratis    1
chiavare foto    1
pompino a un cavallo    1

Ieri

fessa    7
chiavate    4
sperma colante dalla fica    2
animalsex blog    2
figa spanata    2
figa spanata gratis    2
pompino cavallo    2
chiavate con cavalli    2
donne che fanno pompini ad animali con i    2
la grande chiavata    2

Leave a comment »

Lorena Bobbit italiana… (aka goccIe di sperma, perché)

Oggi

fessa    14
figa spanata    3
peni eretti    2
FESSA    2
chiava    2
RoboSuck    2
pompino a un cavallo    1
cicciolina che si tromba un cavallo    1
foto pompini università    1
un pompino a un cavallo    1

Ieri

fessa    3
estasi della carne    2
tabacchiere    2
un buon avvocato    1
chiavate tra donne e bestie    1
“lorena bobbit italiana”    1
animalsex blog    1
pergamena laurea    1
goccie di sperma, perche`    1
cercasi pucchiaccona    1

Comments (4) »

Armadio in rovere (aka il predominio della fessa continua)

Ma oltre alla fessa ci sono alcuni spunti degni di nota

Oggi

fessa    6 Sempreverde
fessa pelosa    5 Semprepelosa
chiavando con cavallo gratis    2 Ecco questo è uno spunto notevole
“fabrizio corona”+ mafioso    1 Minghia!
stipendio medio laureato informatica    1 Moooolto basso, fidati
come è fatta la pergamena    1 E un bel chissenefrega?
Donne da chiavare e far pompini    1 La razza migliore
vagina spanata    1 Avanti c’è posto
peni eretti    1 Guardando l’infinito

Ieri

fessa    11 Sempre lei
piercin    3 Mmm…
chiavare    2 Sì, chiavare, evitando le tette più dure…
chiavate dal cavallo    2 Animalsex a go-go
chiavata    1 Evviva la vì evviva la vì evviva la vìììììta…
canzone 1990    1 E la cerchi qui?
..fessa    1 Coi puntini davanti ha un fascino ancora più intrigante
video chiavata    1 Con 3 chiavi e videochiavi gratis
La visione della fica da vicino    1 Sono stato a Cuba, ho visitato il Chiapas…
clitoride    1 E il clito rise (di Arturo Bandini)

Comments (2) »

Lei è un po’ debilitata perché ha la figa spanata

La “fessa” domina indiscussa.

Oggi

fessa    5
minchia foto    1
me ne fotte un cazz    1
pompini statistiche    1
tutto sui pompini    1
l imagine della pecora piu pelosa del mo    1
pompino sotto la scrivania video    1
FESSA    1
Pompino ad un cavallo    1
pucchiaccona    1

Ieri

fessa    8
minchia in vagina    2
peni eretti    2
cazzo e fessa chiavata video    2
metro di napoli    1
tette blog    1
animalsex come fare un pompino    1
musica del 1990    1
bagnate vaginali    1
chiavata da un cavallo    1

Comments (5) »

L’amore con l’amore si caga

Sconvolgente verità di Internet.  Le cose più cercate di ieri sono: la fessa (immancabile), i pompini (sempreverdi) e… le pergamene. MA CHE CAZZO CERCATE? Ciulare mai, eh?

Ieri

fessa    7
piercing fessa    1
tutto sui pompini    1
cos’e una pergamena    1
l’uomo vule chiavare    1
pompino a un cavallo    1
pompino in piscina    1
donne piscio    1
pergamena di laurea    1
pergamena della bestia    1

Comments (2) »

Del come e del perché la pergamena di laurea non è d’ausilio nel momento del bisogno

Non avrei mai pensato di utilizzare questo blog parlando della mia vita e vi assicuro, amici miei e non della ventura, che è la prima ed ultima volta. Però almeno stavolta dovete concedermelo.

Ricordo una sera, era tardi, guardavo “I laureati” su rai 3, compianto programma della premiata coppia paolo rossi / piero chiambretti… se non vado errato ero iscritto al primo anno di università, tanti sogni e tante speranze in testa, la quasi matematica certezza che stessi seguendo un percorso verso un avvenire glorioso e pieno di soddisfazioni. Ricordo che salì sul “pulpito” un rettore di una università di non so dove, non importa. Mi colpì perché disse una frase che da un lato mi rincuorò e dall’altro lato mi diede una forza interiore e mi spronò a fare del mio meglio. Disse: “Riuscirete a centrare tutti gli obiettivi che vi siete preposti se studierete come delle bestie“.

Questa frase mi aiutò molto. Mi persuase che tutti i sacrifici che stavo facendo non erano vani: sempre chiuso in casa a capo chino sui libri a cercare di capire qualcosa di analisi matematica 1, nessun hobby, nessun amico, nessuna ragazza, sempre chiuso in casa… Solo lo studio era importante per me. Intere settimane passate a casa perché in quel periodo non c’erano corsi. Le parole di quel rettore mi persuasero che stavo facendo la cosa giusta: grazie a quei sacrifici avrei centrato tutti i miei obiettivi. Sì, stavo davvero facendo la cosa giusta: dovevo studiare come una bestia. E, devo dire, trovai nuova forza in quelle parole e iniziai ad intensificare i miei studi, eliminando qualunque distrazione. Ero un topo da scrivania, se mi fate passare la definizione. E i miei sacrifici sono anche stati, nell’immediato, ricompensati. Se penso alla mia carriera universitaria la ricordo ricca di soddisfazioni. Tra l’altro, con gli anni, ho anche trovato un equilibrio tra lo studio e un minimo barlume di vita sociale, qualche hobby, qualche fidanzata, etc. Ma la costante dei miei sette anni universitari (e ci si ostina a pensare che ingegneria sia una laurea quinquennale!) è stata sempre e solo una: la certezza che dovevo studiare come una bestia.

Morale della favola: mi sono laureato in ingegneria informatica con 110 e lode, con una media di esami del 29 spaccato, anzi con qualche spicciolo. Pensate che per calcolare il voto di partenza nella mia facoltà si fa mediavoti*4-4. Io partivo da 112. Il presidente della commissione, tra l’altro mio relatore, mi disse: “Purtroppo non possiamo darle 112″. Peccato, 2 punti buttati. Non ero neanche troppo vecchio: avevo compiuto 25 anni da meno di un mese. Tutto sommato, le mie piccole soddisfazioni le ho avute.

Il problema è venuto dopo. Mi aspettavo, come uno stupido ingenuotto, che i miei enormi sacrifici mi avrebbero dato un lavoro entusiasmante, ben retribuito, una posizione rispettata, una professionalità riconosciuta. Tutte speranze puntualmente disilluse.

E pensare che dovevo riternermi fortunato: ho iniziato a lavorare 15 giorni dopo la mia laurea, evitando il militare e facendo il lavoro per cui avevo studiato. Il contratto era a tempo indeterminato. Posizione invidiabile. Peccato che avevo firmato le dimissioni anticipate da lì a 9 mesi che potevano essere impugnate dal datore di lavoro in qualunque momento. Peccato che ero inquadrato come quinto livello metalmeccanico e guadagnavo meno di mille euro al mese. E sono stato fortunato: oggi i neolaureati devono farsi almeno un anno di stage dove vengono pagati circa 100 euro al mese per fare da schiavi, da segretari, da facchini… oggi i contratti a tempo indeterminato non esistono più, la tanto decantata flessibilità regala sempre più incertezze e precarietà. E poi se ne vengono dicendo che la legge Biagi ha creato tre milioni di posti di lavoro. Beh, è facile se ogni 6 o 9 mesi crea altrettanti disoccupati… E’ facile far emergere il lavoro nero se si danno sgravi fiscali ad aziende che pagano quattro soldi un laureato alla prima esperienza lavorativa: è conveniente per le aziende, ma per il lavoratore… Il lavoro dipendente è la schiavitù dei nostri giorni. Gli imprenditori di oggi sono i latifondisti di ieri.

Morale della favola: mi pento amaramente di essermi laureato. Se avessi iniziato a lavorare nel settore informatico quando mi sono iscritto all’università, nel 1995, oggi avrei 12 anni di esperienza e avrei vissuto il periodo del boom della professione, dove ancora in pochi facevano questo lavoro e dove si era guardati con rispetto perchè si riusciva a “parlare” a quei mostri di personal computer. Oggi mi trovo con una laurea inutile: una professione inflazionata in un mercato perennemente in crisi che sta facendo dei suoi “professionisti” una classe operaia più sfruttata e bistrattata e senza il minimo diritto. I sindacati non esistono. Albi professionali meno che mai. Tutela della professione zero. Imbarbarimento della professione continuo (tutti fanno i programmatori, ma ormai anche gli analisti e i progettisti: tutti). L’informatico è l’operaio del nuovo millennio: peggio c’è solo l’operatore di call center e anche su questo potrei nutrire dei dubbi. Ma mentre l’operaio finito il turno andava a casa l’informatico fa straordinari gratis e mentre fa la doccia continua a pensare al problema che ha incontrato il giorno prima o a quello che dovrà fare appena arrivato in ufficio. Questo è davvero un lavoro usurante, non altri.

Morale della favola: dopo quasi cinque anni di onorata carriera mi sono dimesso. Preferisco fare il disoccupato. Ricomincio da zero. Cambio lavoro, cambio vita, cambio tutto. Tengo una favolosa laurea appesa al muro. Peccato che la pergamena sia troppo rigida per pulirmici il culo.

Tanto Vi dovevo.

Comments (15) »

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.